Overblog Suivre ce blog
Editer l'article Administration Créer mon blog

Presentazione

  • : Chirurgia Ortopedica Funzionale
  • Chirurgia Ortopedica Funzionale
  • : blog costruito da un chirurgo ortopedico per Colleghi e pazienti
  • Contact

Ricerca Libera

Archivi

17 novembre 2007 6 17 /11 /novembre /2007 11:13

 

 

Introduzione     

 

 

 

 

Le fratture da durata erano comuni nei militari  costretti una volta a marce forzate. Oggi, le fratture da durata dell'anca sono più comuni in atleti, particolarmente corridori di distanza.

  

 

 

 

Ci sono due tipi di fratture da durata. Le fratture di insufficienza sono rotture in osso anormale nell'ambito di forza normale. Le rotture per fatica sono rotture in osso normale che è stato messo nell'ambito di forza estrema. Le rotture per fatica sono causate solitamente dalle nuove, attività gravose e molto ripetute, quali la marcia su lunghe distanze. La maggior parte delle fratture da durata dell'anca sono rotture per fatica. Le fratture che da durata questo articolo si riferisce alle rotture per fatica.

 

 

Questa guida lo aiuterà a capire

 

 

·  come si sviluppa una frattura da durata

 

 

·  come i medici fanno diagnosi

 

 

·  che opzioni di trattamento sono disponibili

 

 

Anatomia

 

 

 

Che cosa è una Frattura da durata a livello  dell'anca?

 

 

Il femore è il più grande osso del corpo umano e si trova nella coscia. La testa del femore si articola  nel bacino in una cavità, denominata cotile o cavità cotiloidea. Quando una Frattura da durata si presenta nell'anca, coinvolge solitamente il collo femorale, la parte  dell'osso femorale che collega la testa alla parte principale del femore. Il collo femorale è una parte sottile del femore. Le fratture da durata sono fratture dell'osso che spesso inizialmente sono composte ma che possono diventare scomposte se trascurate o non trattate correttamente.

 

 

Il collo femorale deve sostenere una grande forza  persino durante le attività normali, come stare in piedi fermo. La contrazione normale dei muscoli durante il cammino rende questo sforzo sul collo femorale ancora più forte.

 

 

Una Frattura da durata scomposta è un problema grave in un giovane adulto perché può condurre al danneggiamento dei vasi sanguigni che entrano in estremità superiore della testa femorale. Ciò può causare una complicazione molto seria conosciuta come necrosi avascolare (AVN) dell'anca.

 

 

Cause

 

 

 

Perché avviene questo?

 

 

I medici ritengono che anche gli sforzi ripetuti possano rompere l’osso come si rompe una clip di metallo piegandola avanti e indietro ripetutamente.

 

 

Le ossa possono adattarsi solitamente allo sforzo ripetuto . Ciò è normale. Ma lo sforzo estremo ripetuto può superare la capacità dell'osso di adattarsi. Ciò è particolarmente frequente  quando qualcuno comincia improvvisamente una nuova attività gravosa e ripetuta.

 

 

Le rotture per fatica sono collegate sia  con la quantità di esercizio fisico che con la velocità  con cui viene aumentato il  programma di esercizio fisico. Più questo è rapido, più probabilità esistono di sviluppare una rottura per fatica..

 

 

Le donne hanno 10 volte più probabilità di sviluppare le rotture da fatica che gli uomini. I motivi per questo sono poco chiari. I cambiamenti ormonali possono rendere le donne più prone per le fratture. I disordini di cibo, che sono più comuni negli atleti donna, possono anche rendere le ossa più fragili.

 

 

L'età inoltre rende le fratture da durata dell'anca più probabili.

 

 

Sintomi

 

 

 

 

Come si manifesta una Frattura da durata dell’anca?

 

 

La maggior parte dei pazienti con fratture da durata dell’anca hanno dolore  nella parte anteriore dell'inguine mentre si levano in piedi e si muovono. Il riposo fa solitamente andare via il dolore.

I pazienti possono zoppicare. Le attività gravose, quali salire le scale, possono essere così dolorose che il paziente deve smettere di farle.

 

 

 

 

Diagnosi

 

 

 

Come si fa la diagnosi?

 

 

Il vostro medico prenderà un'anamnesi dettagliata e farà molte domande riguardo alle vostre attività ed esercizio fisico. Il vostro medico inoltre esaminerà fisicamente l'anca dolorente. Uno degli obiettivi principali del vostro medico sarà di determinare se esistono altri problemi, quali lesioni tendinee o muscolari.

 

 

Il vostro medico probabilmente suggerirà di eseguire radiografie della vostra anca. I raggi X possono escludere altri problemi, ma a volte possono  non mostrare la Frattura da durata.

 

 

Il vostro medico può suggerire altri esami strumentali che  permettono di dimostrare  una Frattura da durata più facilmente che una radiografia classica. Una scintigrafia ossea può essere suggerita per cercare i segni precoci di una Frattura da durata. La scintigrafia ossea consiste nell’iniettare radioisotopi  nel sangue circolante. I radioisotopi si accumulano nelle zone di rimaneggiamento osseo, quale una Frattura da durata.

 

 

L'esplorazione a risonanza magnetica (MRI) è particolarmente utile nel differenziare le rotture per fatica da altri tipi di lesioni con i simili sintomi.

 

 

Trattamento

 

 

 

Che cosa si può fare?

 

 

Il trattamento dipenderà dal tipo di frattura.

 

 

Trattamento incruento (non chirurgico)

 

 

 

I medici suggeriscono il più spesso il trattamento incruento per fratture da fatica. Dovete evitare di dare peso e usare  le grucce se necessario e riposare l'anca per almeno quattro - sei settimane. Il dolore può essere trattato con i farmaci (FANS). Se si sta attenti, le fratture tendono a guarire spontaneamente.

 

 

Se la frattura non è al rischio di scomposizione, bisogna comunque eseguire periodicamente radiografie per assicurarsi che l'osso tenda a consolidare. Se la frattura è a rischio di spostamento, la maggior parte dei chirurghi consiglia l’intervento. Ciò  perché la testa femorale può perdere la sua vascolarizzazione e tendere a andare in necrosi. Ciò conduce molto velocemente all'artrosi degenerativa dell’anca. Poiché questi effetti possono essere devastanti, la maggior parte dei chirurghi suggeriscono l’intervento, se ritengono che la Frattura da durata sia a rischio di scomposizione.

 

 

Chirurgia

 

 

 

L’intervento consiste nell’applicare viti di metallo nel collo femorale per fissare le ossa fratturate in attesa che la frattura guarisca.

 

 

 

 

Per effettuare questa procedura, una piccola incisione è fatta sulla faccia laterale della coscia superiore. Per mezzo di una macchina denominata fluoroscopio o amplificatore di brillanza, il chirurgo può inserire le viti di metallo nella posizione corretta mentre guarda l'immagine dei raggi X su uno schermo della TV.

 

 

Quando la frattura è scomposta, i chirurghi non sono nell'accordo su quale sia il trattamento migliore. La maggior parte dei chirurghi convengono che nel giovane sia meglio cercare di conservare la testa femorale applicando le viti.

 

 

 

 

Per evitare i problemi di necrosi epifisaria nel paziente più vecchio e  meno attivo si preferisce sostituire la testa femorale con una endopotesi o una artroprotesi.

 

 

Riabilitazione

 

 

 

Che cosa dovrei fare dopo il trattamento?

 

 

Riabilitazione dopo trattamento incruento

 

 

 

Il trattamento incruento della Frattura da durata richiede ai pazienti di evitare rigorosamente di concedere  il peso sul piede dell’arto fratturato nel cammino. Alcuni chirurghi permettono che i loro pazienti usino il carico sfiorante. Altri preferiscono che i loro pazienti contino sulle grucce completamente per evitare di caricare.

 

 

Il vostro chirurgo probabilmente richiederà i raggi X ogni poche settimane in modo da assicurarsi che le ossa non si scompongano. Quando il vostro chirurgo vede che le ossa sono saldate, potrete mettere più peso sul vostro piede quando vi levate in piedi e camminate. Un fisioterapista può dirigere la vostra riabilitazione per aiutarvi a migliorare la motilità nell'anca.

 

 

Riabilitazione dopo intervento

 

 

 

Dipende dal tipo di intervento usato. Lo scopo della maggior parte delle procedure chirurgiche per un'anca fratturata è di aiutare la gente a tornare mobile e deambulante il più rapidamente possibile. Ciò per evitare le complicazioni pericolose che possono accadere dall'immobilizzazione, quali la polmonite, tromboflebiti, la rigidità ed il dolore.

 

 

Un terapista fisico può seguirvi nell'ospedale subito dopo l’intervento in modo da aiutarvi a camminare con le grucce o un girello, per aiutarvi ad andare in bagno e per migliorare gradualmente il movimento.

 

 

Durante il vostro recupero, dovreste seguire le istruzioni del vostro chirurgo sul peso da concedere mentre camminate.

 

 

Dopo la dimissione a casa dall'ospedale, il vostro chirurgo può farvi lavorare con un fisioterapista per due - quattro sedute. Queste servono per accertarsi che siate sicuri nel muovervi in casa e nel salire dentro e fuori di un'automobile. Il vostro terapista farà le raccomandazioni circa la vostra sicurezza quando vi alzate  in piedi o camminate.

 

 

L'obiettivo del terapista è di ristabilire un modello di andatura normale ed aiutarvi a fare le vostre attività senza rischiare ulteriori lesioni alla vostra anca.

Partager cet article

Repost 0
Published by sandro - dans Anca
commenter cet article

commentaires