Overblog Suivre ce blog
Administration Créer mon blog

Presentazione

  • : Chirurgia Ortopedica Funzionale
  • Chirurgia Ortopedica Funzionale
  • : blog costruito da un chirurgo ortopedico per Colleghi e pazienti
  • Contact

Ricerca Libera

Archivi

8 mars 2010 1 08 /03 /mars /2010 20:26
2010-01-260004    Paziente  affetto da vizio di intrarotazione del femore dx (qui, essendo il paziente visto a pancia in giù, sembra a sin)
   
 2010-01-260012  La radiografia standard del bacino evidenzia un vizio torsionale del femore (che non è simmetrico al controlaterale)
 2010-01-260015  ma la immagine laterale dimostra che esiste una esostosi nel femore prossimale, diretta posteriormente
 2010-01-260019  
 2010-01-260023  la TC eseguita per precisare meglio la forma, le dimensioni e la direzione dell'eosostosi..
 2010-01-260025  ci permette di eseguire l'intervento con maggio sicurezza.
   
   Il paziente venne quindi operato di osteotomia derotativa e contemporaneamente di resezione tangenziale dell'esostosi
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
Repost 0
11 novembre 2008 2 11 /11 /novembre /2008 00:06
Ragazza di 17 anni, caduta dal motorino.
Riportava frattura pluriframmentaria (i frammenti più piccoli non sono visibili dalle radiografie mostrate) gravemente scomposta dell'omero prossimale dx
   
   Il trattamento d'urgenza con riduzione e sintesi temporanea con fili di Kirschner e poi...
   un mini - Ilizarov a cielo chiuso
   con una ottima riduzione dei frammenti
   
   e qui vedete il risultato radiografico finale dopo la rimozione del fissatore a distanza di 40 gg.
   con un' ottima riduzione mantenuta.
   
   
   
   
Repost 0
20 mars 2008 4 20 /03 /mars /2008 22:51

Bambina di 11 a. affetta da spina bifida (mielomeningocele) con gravissima deformità di etrambi i piedi e lussazione delle anche; non era più in grado di usare i tutori perchè le procuravano decubiti cutanei
Quadro clinico preoperatorio
Radiografia preoperatoria
Intervento : incisione chirurgica per asportare la massa para-articolare

Asportazione della massa para-articolare

Quadro post-operatorio immediato

Quadro clinico post-operatorio immediato (osservate come il varismo e l'adduzione dell'avampiede  siano già ben corretti)

Controllo clinico durante la correzione progressiva...

Ulteriore correzione  dell'equinismo in corso..

Correzione  dell'equinismo ottenuta




Quadro clinico dopo la rimozione del fissatore di Ilizarov


Il piede sin è ben corretto...

...su tutti i piani.
Il piede dx invece, all'inizio meno grave e non trattato chirurgicamente, conserva tutta la sua deformità


















Repost 0
3 décembre 2007 1 03 /12 /décembre /2007 14:14
Bimba di 8 anni, affetta da tetraparesi spastica, non deambulante, con lussazione inveterata dell'anca sin

 

 

 Radiografia preoperatoria in cui si vede molto bene la lussazione dell'anca e il valgismo e l'antiversione di entrambi i femori

 

 

 osteotomia femorale derotativa e varizzante con placca + plastica acetabolare a sin

 

 

 

 

 a 40 gg. dall'intervento la testa è ben mantenuta in sede ; è presente callo osseo ipetrofico nella porzione mediale del femore

 

 

 

A distanza di un anno dall'intervento si osserva un'ottima correzione del valgismo e dell'antiversione femorale e perfetta centratura dell'epifisi femorale nel cotile ; è visibile una rarefazione ossea nella parte prossimale del femore di sin attorno alla placca
 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Repost 0
16 octobre 2007 2 16 /10 /octobre /2007 14:35

Brachimetatarsia IV metatarso sin

(accorciamento congenito del IV metatarso sin)

Rx in proiezione laterale
proiezione antero-posteriore
Controllo Rx post-operatorio immediato
Controllo Rx post-operatorio immediato
   Dopo 7 gg dall'inizio dell'allungamento
   Dopo 70 gg dall'inizio dell'allungamento
Dopo 70 gg dall'inizio dell'allungamento
Dopo 70 gg dall'inizio dell'allungamento
   Dopo 70 gg dall'inizio
    A 4 mesi dall'inizio dell'allungamento appena rimosso l'allungatore
A 4 mesi dall'inizio dell'allungamento
   
2008-01-23-1778.png Risultato finale 15 gg dopo la rimozione del fissatore : la cicatrice è modesta e il dito appare normale
   
2008-01-23-1859.png Ora può camminare con scarpe normali e con ciabatte infradito senza più imbarazzo
  morelfin1.jpg   E' in grado di stare sulle punte...
  morelfin0.jpg  e l'aspetto estetico del piede sin è diventato migliore del dx, non operato 
  morelfin9.jpg mentre la pianta del piede, tornata normale, non presenta segni di sovraccarico 
   
   
   
     
       
Repost 0
20 juillet 2007 5 20 /07 /juillet /2007 09:24

Lussazione inveterata della TMC

TLa TMC raramente si lussa, ma se lo fa la lussazione è dorsale. Si rompono i legamenti dorsali ma i legamenti volari vengono strappati dalla superficie volare della base del I metacarpo. A seconda della gravità del trauma la lussazione può essere completa o incompleta (sub-lussazione).

Se la lussazione si riduce è sufficiente applicare il gesso con presa di pollice, ma se non si riduce è necessario ricostruire l'apparato capsulo-legamentoso volare secondo la tecnica di Eaton-Littler. Il legamento che stabilizza l'articolazione è il l. volare obliquo ed è questo che deve essere ricostruito. Si usa una via d'accesso volare, dissociando i muscoli tenari ed esponendo la superficie volare dell'articolazione. Si rimuovono i tessuti interposti che possono impedire la riduzione e si pratica un tunnel osseo nella base del I metacarpo parallelo alla superficie articolare. Si preleva una metà del t. Flessore ulnare del carpo lasciando intatta la sua inserzione distale sulla base del II metacarpale e lo si fa passare in direzione da volare a dorsale nel tunnel intraosseo ribaltandone poi l'estremità fino a risuturarlo volarmente sul flessore radiale stesso in giusta tensione. E' utile applicare un filo di Kirschner transarticolare per evitare tensioni eccessive sul neo-legamento.

L'articolazione TMC viene poi immobilizzata con una valva gessata con presa di pollice per circa 35 gg. 

Repost 0
20 juillet 2007 5 20 /07 /juillet /2007 09:24

Lussazione inveterata della TMC

La TMC raramente si lussa, ma se lo fa la lussazione avviene dorsalmente. Si rompono i legamenti dorsali ma i legamenti volari vengono strappati dalla superficie volare della base del I metacarpo. A seconda della gravità del trauma la lussazione può essere completa o incompleta (sub-lussazione).

Se la lussazione si riduce è sufficiente applicare il gesso con presa di pollice, ma se non si riduce è necessario ricostruire l'apparato capsulo-legamentoso volare secondo la tecnica di Eaton-Littler. Il legamento che stabilizza l'articolazione è il l. volare obliquo ed è questo che deve essere ricostruito. Si usa una via d'accesso volare, dissociando i muscoli tenari ed esponendo la superficie volare dell'articolazione. Si rimuovono i tessuti interposti che possono impedire la riduzione e si pratica un tunnel osseo nella base del I metacarpo parallelo alla superficie articolare. Si preleva una metà del t. Flessore ulnare del carpo lasciando intatta la sua inserzione distale sulla base del II metacarpale e lo si fa passare in direzione da volare a dorsale nel tunnel intraosseo ribaltandone poi l'estremità fino a risuturarlo volarmente sul flessore radiale stesso in giusta tensione. E' utile applicare un filo di Kirschner transarticolare per evitare tensioni eccessive sul neo-legamento.

L'articolazione TMC viene poi immobilizzata con una valva gessata con presa di pollice per circa 35 gg. 

 

Repost 0
17 juillet 2007 2 17 /07 /juillet /2007 19:38
paziente di 16 anni, diplegico, con gravi problemi di vista.
Da 2 anni non riusciva più a camminare
poteva stare in piedi solo se sorretto, con ginocchia flesse a 90°
con l'uso delle scarpe riusciva a mantenere una postura migliore ma non a camminare, neanche con l'uso di tutori perchè le ginocchia rimanevano flesse
quadro radiografico preoperatorio a dx  
quadro radiografico preoperatorio a sin  
 quadro radiografico post-operatorio  
controllo del ginocchio dx a 3 mesi  
controllo del ginocchio sin a 3 mesi
 a distanza di 60 gg. dall'intervento di osteotomia con l'uso di tutori muove i primi passi con i tutori.
 
riesce a mantenere una postura corretta, con le anche e le ginocchia estese e camminare per alcuni metri.
Questo è già un grande successo per un ragazzo che da anni aveva perso la capacità di mantenere la stazione eretta e non riusciva più a camminare
 
Repost 0
8 juillet 2007 7 08 /07 /juillet /2007 22:07

neoformazione del dito indice
Repost 0
7 juillet 2007 6 07 /07 /juillet /2007 09:24

Alluce valgo doloroso in paziente di 16 anni affetto da tetraplegia, non in grado di stare in piedi o camminare

quadro radiografico preoperatorio 1
quadro radiografico preoperatorio 1
quadro radiografico preoperatorio 1
   
   
   
   

Repost 0