Overblog Suivre ce blog
Administration Créer mon blog

Presentazione

  • : Chirurgia Ortopedica Funzionale
  • Chirurgia Ortopedica Funzionale
  • : blog costruito da un chirurgo ortopedico per Colleghi e pazienti
  • Contact

Ricerca Libera

Archivi

4 août 2011 4 04 /08 /août /2011 22:01

  • Principio di Peter
    In una gerarchia ogni membro tende a raggiungere il proprio livello di incompetenza.

    Corollari
    • 1. Col tempo, ogni posizione tende a essere occupata da un membro che e' incompetente a svolgere quel lavoro.
    • 2. Il lavoro viene svolto da quei membri che non hanno ancora raggiunto il proprio livello di incompetenza.


     
  • Inversione di Peter
    La coerenza interna e' assai piu' apprezzata dell'efficienza.

     
  • Osservazione di Peter
    La super competenza e' peggio dell'incompetenza.

     
  • Regola di Peter sull'incompetenza creativa
    Create l'impressione di aver gia' raggiunto il vostro livello di incompetenza.

     
  • Teorema di Peter
    Incompetenza piu' incompetenza uguale incompetenza.

     
  • Legge di Peter sulla sostituzione
    Preoccupati delle pagliuzze e le travi si arrangeranno da sole.

     
  • Prognosi di Peter
    Passa abbastanza tempo a confermare il bisogno e il bisogno sparira'.

     
  • Placebo di Peter
    Un grammo di immagine val piu' d'un chilo di fatti.

     
  • Legge di Godin
    La generalizzazione dell'incompetenza e' direttamente proporzionale all'altezza nella gerarchia.

     
  • Regola di Freeman
    Le circostanze possono forzare un incompetente generalizzato a diventare competente in un campo specifico.

     
  • Assioma di Vail
    In ogni impresa umana, il lavoro cerca sempre il livello gerarchico piu' basso.

     
  • Legge di Imhoff
    L'organizzazione di ogni burocrazia e' molto simile a una cloaca: i pezzi piu' grossi emergono sempre.

     
  • Terza legge di Parkinson
    Espansione vuol dire complessita', e la complessita' tende a sgretolarsi.

     
  • Quarta legge di Parkinson
    Il numero di persone in ogni gruppo di lavoro tende ad aumentare indipendentemente dal lavoro che deve essere svolto.

     
  • Quinta legge di Parkinson
    Se c'e' una maniera di rimandare una decisione importante, la buona burocrazia, pubblica o privata, la trovera'.

     
  • Assiomi di Parkinson
    • 1. Un funzionario vorra' sempre moltiplicare i propri subordinati, non i rivali.
    • 2. I funzionari creano lavoro l'uno per l'altro.


     
  • Legge di ferro dell'oligarchia
    In ogni attivita' organizzata, in qualsiasi sfera, un ristretto numero di persone si mettera' a comandare e gli altri eseguiranno.

     
  • Legge di Oeser
    La persona piu' potente di ogni organizzazione e' portata a passare tutto il proprio tempo partecipando a comitati e firmando lettere.

     
  • Legge di Cornuelle
    L'autorita' tende ad assegnare lavori ai meno capaci di svolgerli.

     
  • Legge di Zymurgy sul lavoro volontario
    La gente e' sempre disponibile per i lavori gia' fatti.

     
  • Legge della comunicazione
    L'inevitabile risultato del miglioramento e dell'allargamento della comunicazione tra differenti livelli in una gerarchia e' il considerevole ampliamento dell'area di incomprensione.

     
  • Legge di Bunuel
    Lavorare troppo su qualcosa e' sempre dannoso: anche quando il risultato e' l'efficienza.

     
  • Legge di Dow
    In una organizzazione gerarchica, piu' alto e' il livello, maggiore e' la confusione.

     
  • Decalogo di Spark per il giovane manager
    • 1. Cerca di sembrare terribilmente importante.
    • 2. Fatti sempre vedere con la gente che conta.
    • 3. Parla con autorita', ma soltanto di fatti ovvi e comprovati.
    • 4. Non entrare mai in discussioni; se ci sei dentro, poni una domanda irrilevante, appoggiati allo schienale della poltrona con un ghigno soddisfatto e, mentre gli altri cercano di capire cosa sta succedendo, cambia argomento.
    • 5. Ascolta attentamente mentre gli altri discutono. Poi seppelliscili con una frase fatta.
    • 6. Se un subordinato ti rivolge una domanda pertinente, guardalo come se avesse perso il senno. Quando lui ha preso un'aria mortificata, fagli la stessa domanda con altre parole.
    • 7. Ottieni un incarico di prestigio, poi cercati un posto all'ombra.
    • 8. Cammina sempre a gran velocita' quando sei fuori del tuo ufficio: eviterai un gran numero di domande sia dai subordinati sia dai superiori
    • 9. Tieni sempre la porta del tuo ufficio chiusa. Questo mettera' i visitatori sulla difensiva e dara' l'impressione che sei sempre in riunione.
    • 10. Non dare mai ordini per iscritto.
     
  • Prima legge di Jay sul comando
    Cambiare le cose e' l'essenza del comando; cambiarle prima di chiunque altro e' creativita'.

     
  • Verita' dell'amministrazione
    • 1. Pensa prima di agire; tanto non sono soldi tuoi.
    • 2. Nessun esecutivo fara' mai uno sforzo per dimostrare di essersi sbagliato.
    • 3. Se un'azione richiede calcoli sofisticati per giustificarsi, non compierla.

     
  • Dilemmi del lavoratore
    • 1. Per quanto uno faccia, non fara' mai abbastanza.
    • 2. Quel che non si fa e' sempre piu' importante di quel che si fa.

     
  • Massima di Match
    Un idiota in un posto importante e' come un uomo in cima a una montagna: tutto gli sembra piccolo e lui sembra piccolo a tutti.

     
  • Legge di H.L. Mencken
    • Chi sa fare, fa.
    • Chi non sa fare, insegna.


    Estensione di Martin
    • Chi non sa insegnare, amministra.


     
  • Assioma dell'esercito
    Ogni ordine che puo' essere frainteso e' stato frainteso.

     
  • Legge di Jones
    Colui che sorride quando le cose vanno male ha pensato a qualcuno cui dare la colpa.

     
  • Prima legge di socioeconomica
    In un sistema gerarchico, il pagamento per ogni lavoro e' inversamente proporzionale alla spiacevolezza e difficolta' del lavoro stesso.

     
  • Legge di Putt
    La tecnologia e' dominata da due tipi di persone:
    • Quelli che capiscono cio' che non dirigono.
    • Quelli che dirigono cio' che non capiscono.
Repost 0
10 mai 2009 7 10 /05 /mai /2009 09:48

“Con lo straccio della polvere in mano feci il giro della mia camera; ma quando arrivai al sofà non sapevo più se lo avessi già spolverato o no. Poichè nello spolverare i movimenti sono abituali e inconsci, non riuscivo a ricordarmi se li avevo già compiuti e sentivo per di più che che non sarei mai riuscito a ricordarmelo. Se ho spolverato e poi ho dimenticato di averlo fatto, cioè, se ho agito inconsapevolmente, è proprio come se non fosse successo niente… Se la vita di molti uomini con tutta la sua complessità, scorre inconsapevolmente, allora è come se non ci fosse stata...”

Lev Tolstoj


Questo piccolo frammento di Tolstoj dovrebbe farci riflettere su quanto tempo della giornata sprechiamo agendo in maniera inconsapevole, inserendo come un "pilota automatico".  Tolstoj cita lo spolverare in casa, che allora era una attività usuale. Ora forse sarebbe più attuale  ad esempio la guida  in macchina per recarci in ufficio tutti i giorni, che avviene spesso senza renderci più conto dei nostri gesti e delle persone che incontriamo.
A volte, purtroppo, capita lo stesso anche dei nostri familiari e dei nostri amici...
Diamo troppo spesso per scontate alcune cose che
in realtà non lo sono.

Però ogni tanto toglierci di dosso la polvere che si è accumultata nel tempo, anche inconsapelvolmente, è un'ottima cosa.

Repost 0
10 mars 2009 2 10 /03 /mars /2009 21:26

Un giorno l'asino di un contadino cadde in un pozzo.

Non si era fatto male, ma non poteva più uscirne.

L'asino continuò a ragliare sonoramente per ore, mentre il proprietario pensava al da farsi.

Finalmente il contadino prese una decisione crudele: concluse che l'asino era ormai molto vecchio e che non serviva più a nulla, che il pozzo era ormai secco e che in qualche modo bisognava chiuderlo.

Non valeva pertanto la pena di sforzarsi per tirare fuori l'animale dal pozzo.

Al contrario chiamò i suoi vicini perché lo aiutassero a seppellire vivo l'asino.

Ognuno di loro prese un badile e cominciò a buttare palate di terra dentro al pozzo.

L'asino non tardò a rendersi conto di quello che stavano facendo con lui e pianse disperatamente.

Poi, con gran sorpresa di tutti, dopo un certo numero di palate di terra, l'asino rimase quieto.

Il contadino alla fine guardò verso il fondo del pozzo e rimase sorpreso da quello che vide.

Ad ogni palata di terra che gli cadeva addosso, l'asino se ne liberava, scrollandosela dalla groppa, facendola cadere e salendoci sopra.

In questo modo, in poco tempo, tutti videro come l'asino riuscì ad arrivare fino all'imboccatura del pozzo, oltrepassare il bordo e uscirne trottando.

La vita andrà a buttarti addosso molta terra, ogni tipo di terra.

Principalmente se sarai dentro un pozzo.

Il segreto per uscire dal pozzo consiste semplicemente nello scuotersi di dosso la terra che si riceve e nel salirci sopra.

Ricorda le cinque regole per essere felice:

1- Libera il tuo cuore dall'odio

2- Libera la tua mente dalle preoccupazioni.

3- Semplifica la tua vita.

4- Da' di più e aspettati di meno.

5- Ama di più e... accetta la terra che ti tirano addosso,

poiché essa può costituire la soluzione e non il problema.



Questa è una storia che mi è stata trasmessa da Pentimalli e mi è sembrata molto carina.
Tutti dovremmo rifletterci un po'. Anche perchè spesso gli asini sono migliori dei padroni....

Repost 0
11 janvier 2009 7 11 /01 /janvier /2009 11:06

Agli esami gli sciocchi fanno domande alle quali le persone intelligenti
non possono rispondere
Oscar Wilde

Povero non è chi ha poco, ma chi vuole di più di quello che ha.
Seneca

Ho dei gusti semplicissimi, mi accontento sempre del meglio.
Oscar Wilde

E' meglio essere ottimisti ed avere torto piuttosto che pessimisti ed
avere ragione. Albert Einstein


La cosa bella di Windows è che non crasha solamente,
ma prima ti mostra una dialog box e ti fa premere OK
Arno Schaefer's

Bill Gates: un uomo, un bug. [Anonimo]

Bill Gates disse "Bug". E Windows fu... [Anonimo]

Si vive in un'epoca in cui solo gli ottusi sono presi sul serio, e io
vivo nel terrore di non essere frainteso. Oscar Wilde

Non capisco tutta questa eccitazione per il multitasking:
io sono anni che leggo in bagno. [Carlo Landini]

La vera felicità sta nelle piccole cose: una piccola

villa, un piccolo yacht, un piccola fortuna...

C'è un mondo migliore... però, minchia,... è carissimo!

L'importante non è vincere. L'importante è competere,
senza perdere nè pareggiare

Avere la coscienza pulita è segno di cattiva memoria

Colui che è capace di sorridere quando tutto va male,
è perché già ha pensato a chi dare la colpa

Chi ride ultimo, pensa più lentamente

Alcune persone sono vive solo perché l'assassinio è illegale

Se non puoi convincerli, confondili

Il vantaggio di essere intelligente e' che si puo' sempre fare
l'imbecille, mentre il contrario e' del tutto impossibile. Woody Allen

Pesce che lotta contro la corrente muore fulminato

Chi se la tira troppo, rischia di strapparsela tutta

Non è la misura del trattore che conta, ma quanto tempo
trascorri ad arare il campo

La fine del giorno è vicina quando uomini bassi fanno
lunghe ombre

Se la montagna viene verso di te... cooorrriiiii!!! E'
una fraanaaaa!!!

Repost 0
20 décembre 2008 6 20 /12 /décembre /2008 18:04

Prendete due decilitri di pazienza,

Una tazza di bontà,

Quattro cucchiai di buona volontà,

Un pizzico di speranza e una dose di buona fede.

Aggiungete due manciate di tolleranza.

Un pacco di prudenza,

Qualche filo di simpatia,

Una manciata di quella piccola pianta rara,

che si chiama umiltà,

E una grande quantità di buon umore.

Condite il tutto con molto buon senso,

lasciate cuocere a fuoco lento,.

E avrete una buona giornata.

 

Repost 0
20 décembre 2008 6 20 /12 /décembre /2008 18:01

 


 

Non si può arrivare alla prosperità scoraggiando l'iniziativa.

Non si può rafforzare il debole indebolendo il più forte.

Non si può aiutare chi è più piccolo abbassando chi è più grande.

Non si può aiutare il povero distruggendo chi è più ricco.

Non si possono aumentare le paghe rovinando i datori di lavoro.

Non si può migliorare veramente spendendo più del guadagno.

Non si può promuovere la fratellanza predicando l'odio.

Non si può creare la sicurezza sociale usando il denaro prestato.

Non si può formare il carattere togliendo l'indipendenza.

Non si può aiutare la gente facendo quello che potrebbe e dovrebbe fare da sola.

ABRAMO LINCOLN

(Presidente degli S.U. 1861 65)

Repost 0
20 décembre 2008 6 20 /12 /décembre /2008 17:57

 

Non datemi tutto quello che vi chiedo. A volte chiedo solo per riscontrare quanto posso prendere.

Non sgridatemi; vi rispetto meno quando lo fate, e insegnate a gridare anche a me. Non vorrei imparare a farlo.

Mantenete le promesse, belle o brutte. Se promettete un premio, datemelo e comportatevi così anche con le punizioni. Non mi paragonate a nessuno, specialmente a mio fratello o a mia sorella; se mi fate apparire migliore di altri, sarò io a soffrire.

Non cambiate parere così spesso su ciò che devo fare; decidetevi a mantenere la vostra decisione.

Permettetemi di crescere, fidandovi delle mie capacità. Se voi fate tutto al mio posto, io non potrò imparare mai.

Non dite bugie in mia presenza, e non mi piace nemmeno che voi mi chiediate di dirle al v

ostro posto, neanche per darvi una mano. Questo mi fa sentire male e perdere la fiducia in tutto ciò che dite.

Quando sbaglio ammettetelo. Questo aumenterà la mia stima per voi, mi insegnerete così ad ammettere i miei sbagli. Trattatemi con la stessa affabilità e spontaneità che avete verso i vostri amici; essere parenti non vuol dire non poter essere amici.

Non mi chiedete di fare una cosa che invece voi non fate, anche se non lo dite; non farò mai ciò che voi dite ma non fate.

Quando voglio condi

videre una mia preoccupazione con voi, non ditemi: "Non abbiamo tempo per stupidaggini", oppure: "Non ha impor­tanza, sono cose da ragazzi". Cercate di capirmi e di aiutarmi. Vogliatemi bene e ditemelo. A me piace sentirmelo dire, anche se voi credete che non sia necessario dirmelo. Abbracciatemi, ho bisogno di sentire la vostra amicizia, la vostra compagnia, in ogni momento.

Repost 0
30 novembre 2008 7 30 /11 /novembre /2008 23:52

Repost 0
30 novembre 2008 7 30 /11 /novembre /2008 23:49

Repost 0
30 novembre 2008 7 30 /11 /novembre /2008 23:48

Repost 0